Scuola Toscana

Riconosciuto dal Ministero Italiano della Pubblica Istruzione
Scuola di Lingua Italiana SCUOLA TOSCANA

Il Portfolio Europeo delle Lingue

Il Portfolio Europeo delle Lingue assolve due compiti.

È strumento di comunicazione e nel contempo accompagna chi ne è in possesso durante il processo di apprendimento della lingua. Da un lato deve informare in maniera completa, trasparente e intercomparabile a livello internazionale sulle conoscenze linguistiche e sulle esperienze interculturali e d'altro lato motivare all'apprendimento delle lingue assumendo una funzione di aiuto. Orienta infine sul sistema di referenza nel campo dell'apprendimento linguistico, elaborato dal Consiglio d'Europa ("Common European Framework of Reference" / "Cadre européen commun de référence").

Il Portfolio Europeo delle Lingue si compone di tre parti: il Passaporto linguistico, la Biografia di apprendimento e il Dossier.

Il Portfolio Europeo delle Lingue vuole
  • favorire la mobilità in Europa, documentando in maniera trasparente e intercomparabile a livello internazionale le qualifiche nell’ambito linguistico;
  • incoraggiare allo studio delle lingue straniere;
  • sottolineare il valore del plurilinguismo e delle pluriculturalità, contribuendo così a migliorare la comprensione reciproca in Europa;
  • promuovere l'apprendimento autonomo e la capacità di autovalutazione.
Il Portfolio Europeo delle Lingue aiuta chi apprenda a
  • valutare e a descrivere le proprie conoscenze linguistiche;
  • classificare le proprie conoscenze linguistiche secondo la descrizione dei livelli di competenza, emanati dal Consiglio d'Europa, e intercomparabili a livello internazionale;
  • riflettere sulle proprie esperienze scolastiche, extrascolastiche e interculturali nel campo dell'apprendimento linguistico e a documentarle;
  • informare le persone interessate sulle proprie conoscenze linguistiche al momento di cambiare scuola o di assumere un nuovo impiego oppure all’inizio di un corso di lingue o nell'ambito di un programma di scambio;
  • porsi obiettivi per il proprio apprendimento linguistico e a pianificare le tappe successive.
Il Portfolio Europeo delle Lingue aiuta chi insegna le scuole e altre istituzioni a
  • conoscere le necessità e le motivazioni di chi apprende, a fissare con questi gli obiettivi e i programmi di apprendimento;
  • informarsi sulle precedenti esperienze linguistiche scolastiche e extrascolastiche di chi apprende;
  • valutare in maniera differenziata e a documentare le prestazioni;
  • classificare attestati di esami finali e certificati secondo il livello di referenza stabilito dal Consiglio d’Europa;
  • illustrare il loro insegnamento linguistico o i corsi di lingue e a rilasciare attestazioni sulle esperienze fatte nell’ambito dell’apprendimento linguistico.
Il Portfolio Europeo delle Lingue aiuta aziende, servizi, datrici e datori di lavoro a
  • farsi un quadro differenziato delle conoscenze linguistiche delle proprie collaboratrici e dei propri collaboratori o di chi postula un nuovo impiego, oltre e a meglio sfruttare le risorse linguistiche del personale;
  • programmare la qualificazione di collaboratrice e collaboratori e delle attività interne di aggiornamento o perfezionamento;
  • attestare l'uso delle lingue straniere sul posto di lavoro e la partecipazione a soggiorni di lavoro o di perfezionamento, attraverso il rilascio di attestazioni.

Scheda per l'autovalutazione

Comprendere
A1 Sono in grado di capire espressioni familiari e quotidiane come anche frasi molto semplici, per esempio delle indicazioni brevi e semplici, a condizione che il discorso sia articolato lentamente e in modo chiaro.
Sono in grado di assimilare singoli nomi familiari, parole e frasi molto semplici come ad esempio quelle sulle insegne, sui manifesti e sugli opuscoli.
A2 Sono in grado di capire singole frasi e parole usate correntemente, se si tratta, ad esempio, di informazioni semplici che riguardano la persona, la famiglia, le spese, il lavoro e l'ambiente circostante. Capisco inoltre l'essenziale di un messaggio semplice, breve e chiaro.
Sono in grado di leggere un testo molto breve e semplice e di individuare informazioni concrete e prevedibili in testi quotidiani semplici (per esempio un annuncio, un prospetto, un menu o un orario); sono inoltre in grado di capire una lettera personale semplice e breve.
B1 Sono in grado di capire i punti essenziali di un discorso, a condizione che venga usata una lingua standard e chiara che tratta argomenti familiari inerenti al lavoro, alla scuola, al tempo libero ecc. Sono in grado di capire l'informazione principale di molti programmi radiofonici o televisivi su avvenimenti di attualità o su argomenti che riguardano la mia sfera professionale e di interessi, a condizione che il discorso sia articolato in modo relativamente lento e chiaro.
Sono in grado di capire un testo che presenta soprattuto un linguaggio corrente o professionale. Sono in grado di capire la descrizione di un evento, un sentimento e un desiderio in una lettera personale.
B2 Sono in grado di seguire un intervento di una certa lunghezza e un'argomentazione complessa, a condizione che gli argomenti mi siano abbastanza familiari. Sono in grado di capire la maggior parte dei notiziari e dei documentari televisivi. Sono in grado di capire la maggior parte dei film, a condizione che si parli linguaggio standard.
Sono in grado di leggere e di capire un articolo e un rapporto in cui si sostengono particolari posizioni o punti di vista. Sono in grado di capire un testo letterario contemporaneo in prosa.
C1 Sono in grado di seguire discorsi e conversazioni di una certa lunghezza anche se non sono strutturati chiaramente e anche se le relazioni contestuali sono implicite e non esposte esplicitamente. Sono in grado di capire senza grandi difficolta un programma televisivo o un film.
Sono in grado di capire un testo non letterario lungo e complesso così come uno letterario e di percepirne le caratteristiche stilistiche.
Sono in grado di capire un articolo specializzato e delle lunghe istruzioni tecniche, anche se non rientrano nel campo della mia specializzazione.
C2 Non ho nessuna difficoltà a capire la lingua parlata, sia essa dal vivo o dai mezzi d'informazione, anche quando il discorso è articolato in modo veloce. Ho solo bisogno di un po' di tempo per abituarmi a un accento particolare.
Sono in grado di capire senza difficoltà tutti i tipi di testi scritti, anche se sono astratti o complessi dal punto di vista del linguaggio e del contenuto, per esempio un manuale, un articolo specializzato o un'opera letteraria.
Parlare
A1 Sono in grado di esprimermi in maniera semplice anche se la comunicazione è strettamente legata a ripetizioni più lente o a diverse formulazioni da parte dell’interlocutrice o interlocutore, che interviene per aiutarmi a formulare quello che intendo dire. Sono in grado di rispondere a domande semplici e di porne in situazioni di necessità immediata o a proposito di argomenti molto familiari.
Sono in grado di utilizzare espressioni e frasi semplici per descrivere le persone che conosco e dove abito.
A2 Sono in grado di comunicare in una situazione semplice e abituale che consiste in uno scambio semplice e diretto di informazioni e riprende temi e attività familiari. Sono in grado di gestire scambi sociali molto brevi ma non comprendo abbastanza per poter condurre personalmente la conversazione.
Sono in grado di descrivere, in poche frasi e con l’ausilio di mezzi semplici, la mia famiglia, le altre persone, la mia formazione, il mio lavoro attuale o la mia ultima attività svolta.
B1 Sono in grado di districarmi nella maggior parte delle situazioni linguistiche riscontrate nel viaggi o all’estero. Sono in grado di partecipare senza preparazione a una conversazione su un argomento familiare o interessante (per esempio la famiglia, i miei interessi, il lavoro, i viaggi e gli avvenimenti attuali).
Sono in grado di parlare usando frasi semplici e correnti per descrivere esperienze, eventi, sogni, speranze o obiettivi e fornire le ragioni e le spiegazioni relative alle mie opinioni e ai miei progetti. Sono in grado inoltre di raccontare la trama di un film e di descrivere le mie reazioni.
B2 Sono in grado di comunicare con un grado di scorrevolezza e di spontaneità tali da permettere una conversazione normale con un’interlocutrice o un interlocutore di lingua madre, senza generare tensioni da entrambe le parti. Sono in grado di partecipare attivamente a una discussione e di esporre e motivare le mie opinioni.
Sono in grado di fornire descrizioni chiare e dettagliate su diversi temi inerenti alla mia sfera personale d’interessi e inoltre spiegare un punto di vista riguardo a una questione di attualità, fornendo i vantaggi e gli inconvenienti delle diverse opzioni.
C1 Sono in grado di esprimermi in modo scorrevole e spontaneo quasi senza sforzo, apparentemente senza dover ricercare spesso le parole. Sono in grado di usare la lingua con efficacia e disinvoltura nella vita sociale, professionale o nell’ambito della formazione. Sono in grado di esprimere i miei pensieri e le mie opinioni con precisione e di associare con abilità i miei interventi con quelli di altri interlocutori.
Sono in grado di raccontare in modo dettagliato e di discutere fatti correnti complessi collegandone i punti tematici, esponendo i singoli aspetti e concludendo con un mio contributo adeguato.
C2 Sono in grado di partecipare senza difficoltà ad ogni conversazione o discussione e ho familiarità con le espressioni idiomatiche e correnti. Sono in grado di esprimermi correntemente e di evidenziare con precisione delle sfumature sottili di senso, di ritornare su una difficoltà e di riformularla in maniera così abile da non farlo notare.
Sono in grado senza difficoltà e correntemente di fare lunghe esposizioni e discussioni, elaborare descrizioni in modo logico, suscitare l’attenzione di chi ascolta sui punti più importanti e adattare il mio linguaggio allo stile del momento e a quello di chi ascolta.
Scrivere
A1 Sono in grado di scrivere una cartolina postale semplice e breve inviando per esempio i saluti dalle vacanze. Sono inoltre in grado di compilare un formulario come, per esempio, quello degli alberghi con le mie generalità (nome, indirizzo, nazionalità ecc.).
A2 Sono in grado di scrivere un appunto o una comunicazione semplice e anche una lettera personale non complessa, ad esempio per porgere i miei ringraziamenti.
B1 Sono in grado di scrivere un testo semplice e coerente su argomenti familiari come anche lettere personali raccontando esperienze e descrivendo impressioni.
B2 Sono in grado di scrivere testi chiari e dettagliati su numerosi argomenti inerenti alla sfera dei miei interessi e di riportare delle informazioni in uno studio o in una relazione o esprimere pensieri valutandone gli argomenti pro o contro. Sono in grado inoltre di scrivere lettere personali e formali mettendo in evidenza quello che è importante.
C1 Sono in grado di esprimermi per iscritto in maniera chiara e ben strutturata e di esporre dettagliamente le mie opinioni. Sono in grado di trattare un tema complesso in una lettera, in uno studio e in un rapporto e di sottolineare in modo adeguato gli aspetti che considero essenziali. Nei miei testi scritti sono in grado di scegliere lo stile che più si adatta a chi legge.
C2 Sono in grado di scrivere dei testi chiari, scorrevoli e stilisticamente adatti ad ogni cirostanza. Sono in grado di redigere una lettera esigente, un rapporto lungo o un articolo su questioni complesse e strutturarli con chiarezza in modo da permettere a chi legge di capirne i punti salienti. Sono in grado di riassumere e criticare per iscritto testi letterari.